Idiocracy

novembre 24, 2010

Uno dei punti dolenti delle politiche Governative sull’università è certamente il capitolo riguardante il diritto allo studio (si veda, per esempio, qui e qua).
Da un lato ci sono i tagli previsti dalla finanziaria, che hanno ridotto drasticamente i fondi destinati alle borse.
Dall’altro ci sono i provvedimenti contenuti nel DDL Gelmini, che prevedono la totale estinzione delle borse di studio che verrebbero rimpiazzate dal cosiddetto “prestito d’onore“. E, come se non bastasse, il Governo s’è rimangiato la promessa di esentare dal rimborso del prestito gli studenti che si siano laureati col massimo dei voti. Ma questa non è l’unica assurdità della riforma low-cost che introduce la ‘meritocrazia’ (modello Gelmini).

Andiamo con ordine. Poco piu’ di un mese fa lo stesso Sole24Ore trattava “Gli ostacoli italiani al prestito d’onore“: che possono essere riassunti in due punti

  1. si deve cominciare a restituire il prestito immediatamente dopo la fine degli studi (indipendentemente dall’avere o meno un lavoro remunerato decentemente);
  2. la scarsa propensione degli italiani ad investire nella formazione;

In realta’ il problema di fondo e’ un altro, e potrebbe essere rappresentato con un’immagine… Leggi il seguito di questo post »


Ritorno al futuro

marzo 2, 2009

UniRa

UniRa

La settimana scorsa Italia Oggi ha pubblicato un articolo riguardante l’avanzamento della riforma dell’universita’ (della quale, negli ultimi tempi, si erano un po’ perse le tracce): “Ritorna dal passato la valutazione della ricerca”. L’articolo si riferisce all’annuncio di uno stanziamento di 1,5 milioni di euro destinati al Comitato di Indirizzo per la valutazione della Ricerca (CIVR). La notizia non e’ da poco: dopo aver tanto parlato di meritocrazia si comincia (forse) a porsi il problema di definire cosa si intenda per “merito” e l’esito finale, ovvero le procedure di valutazione che verranno individuate, condizioneranno non poco il futuro dell’universita’. Nel bene o nel male.
Leggi il seguito di questo post »


Nel nome del padre

gennaio 8, 2009

Ieri, in un articolo sul Corriere, Gian Antonio Stella ironizzava sull’ennesimo caso di (sospetto?) nepotismo accademico; il medesimo caso e’ stato ripreso oggi dalla Stampa visto che questa volta ad essere sul banco degli imputati e’ un membro del CUN.
Leggi il seguito di questo post »